Arriva la quarta vittoria per gli Agsm Aim Mastini Verona. Una vittoria che regala la testa solitaria del girone D e il vantaggio del campo nella fase ad orologio con una settimana di riposo. La Verona gialloblù del football regala spettacolo sullo splendido manto erboso del Via Monti Lessini a Pescantina. Un risultato importante che mostra l’ottimo lavoro del coaching staff scaligero capitanato da Franco Bernardi e di un team sempre più in crescita. Il quarterback Marco Bonacci inizia a trovare continuità nelle sue giocate aeree con le connessioni con Bemmo Pogo e Agostinis a dare i primi frutti di assoluto rilievo. In difesa, l’inserimento di Ceschini e di un ritrovato Marco Dalla Bernardina, donano ulteriore qualità ad una delle migliori difese del campionato. Una bella prova quella dei ragazzi del presidente Simone De Martin, in un match che in realtà non parte nei migliore dei modi, ma che nuovamente viene messo sui binari giusti dall’ottima gestione della panchina scaligera.

Passando alla cronaca, inizia subito in salita la gara per i Mastini con i Saints che recuperano subito palla sul calcio d’inizio a causa di un rimbalzo fortuito del pallone. Non passano molte azioni e Breggiè trova libero Petrin nell’angolo dell’endzone portando i Saints subito in vantaggio (0 – 6).

I Mastini tentano di mettere subito in moto il proprio attacco con le corse di Simioni e Marinelli. I Saints rispondono con grande fisicità e i gialloblu falliscono la chiusura di down per pochi centimetri. La defense scaligera sale in cattedra con il duo Ceschini Dalla Bernardina prima e con Semenini Argenta nell’azione successiva. Per Padova è punt.

Nel primo quarto sono ancora le difese a dominare e sono i Mastini ad andare al punt, ma è Luca Ceschini a rubare palla all’attacco dei Saints. Marco Bonacci si ritrova il possesso palla in ottima posizione di campo. Marinelli se ne va sulla sinistra e trascina i gialloblu ad una decina di yards dalla goal line.

Siamo all’inizio del secondo quarto ed è la splendida azione chiamata dal coaching staff scaligero a permettere a Vladimir Bemmo Pogo di varcare la goal line. Egregio lavoro della linea d’attacco con il blocco chiave di Marcello Mutascio, lancio perfetto di Marco Bonacci e Mastini che si portano sul 7 a 6 dopo il calcio di Amerigo Monte.

I Saints tornano in attacco con il giovane Vecchiato in cabina di regia. La defense gialloblu lo mette sotto pressione e i Saints sono costretti al punt. Gli scaligeri ripartono in attacco con un gioco di corsa che ferisce lentamente, azione dopo azione, la difesa patavina. È poi un lancio di Bonacci a regalare a Leonardo Agostinis il primo suo touchdown in carriera. Il numero trenta gialloblu salta più in alto dei difensori e con una sola mano afferra la palla involandosi in touchdown per il 14 a 6.

I gialloblu, galvanizzati dal momento favorevole, ripartono in difesa con grande intensità. Manuel Argenta non lascia spazio ai runner patavini e Dalla Bernardina neutralizza una giocata aerea con un placcaggio di altissima qualità. Per i Saints sembra notte fonda.

Dopo un buon ritorno di punt di Simioni sono le corse di capitan Manuel Savoia a portare i gialloblu nelle vicinanze della goal line. Ci pensa Marinelli a varcarla con l’aiuto della linea di attacco brava a vincere la battaglia sulla linea di scrimmage. Monte va a centrare i pali e i gialloblu si portano sul 21 a 6.

Padova tenta di reagire ad un secondo quarto tutto a favore dei gialloblu. Carella è bravo a correre centralmente e a chiudere il down ma è Mauro Merlino a rispondere colpo su colpo, prima con un placcaggio dietro la linea di scrimmage, poi con un recupero di fumble. Siamo a meno di due minuti dall’intervallo e per i Mastini c’è una nuova posizione di campo favorevole da sfruttare. È l’ennesima bomba in profondità di Marco Bonacci a trovare le mani sicure di Vladimir Bemmo Pogo. Azione da NFL e Mastini che prima dell’intervallo fissano il punteggio sul 28 a 6.

Al rientro in campo sono di nuovo i gialloblu a calciare il kick off. I Saints partono in attacco ma è il fronte difensivo scaligero a dominare con Merlino e Francesco Quarella sugli scudi e per i Saints non si muove palla. Coach Bernardi non si accontenta e va a premere sull’acceleratore con il proprio attacco, colpendo i Saints con un gioco di corsa nella parte centrale del campo. È Fabio Simioni a mettersi in mostra in questo drive offensivo concluso dal terzo touchdown di giornata della coppia Bonacci-Bemmo Pogo. Monte centra i pali e il punteggio dice 35 a 6 per Verona.

La difesa gialloblu non vuole essere da meno ed è subito l’intervento di Giacomo Filippetto a rubare palla ai Saints Padova con il suo primo intercetto in campionato. Nei due drive offensivi successivi sono le difese a farla da padrone, prima di vedere

una bella giocata aerea tra Carminati, rientrato in cabina di regia, e SImone Venturi.

Nell’azione successiva è poi Savoia a spaccare in due la defense patavina preparando per Fabio Simioni una prateria che lo porta in touchdown. Monte centra i pali e il punteggio si fissa sul 42 a 6 facendo entrare il match in mercy rule.

Nonostante un punteggio che lascia poche speranze, i Saints non mollano e nell’ultimo quarto di gioco provano a mostrare il loro valore. Arrivano infatti due touchdown per i Saints. Garofalo e Petrin fissano così il punteggio sul 42 a 20 finale che regala la leadership provvisoria del girone D ai Mastini.

Una vittoria che permette ai cagnacci di riposare nel prossimo week end in attesa delle prossime due sfide della fase ad orologio. Saranno infatti proprio i Saints a far visita nuovamente a Pescantina nelle prossime settimane, con la sfida in trasferta che vedrà i gialloblu affrontare i Redskins.

Ufficio stampa Mastini Verona
Ph. Nicola Vivian