Il 3° Rally della Valpolicella – Trofeo Città di Negrar è pronto a tornare. Dopo la defezione dello scorso anno dovuta alla contingente situazione sanitaria, la gara organizzata dal Valpolicella Rally Club in collaborazione con ACI Verona Sport e Benacus A.S.D. si ripresenta agli appassionati confermando quelle caratteristiche che fin da subito hanno colto il plauso degli appassionati ma soprattutto degli addetti ai lavori.

Le novità importanti di quest’anno saranno l’inserimento in coda al rally moderno di due gare rivolte alle auto storiche: il Rally Storico della Valpolicella Trofeo Città di Sant’Anna e la Regolarità Sport della Valpolicella Trofeo Città di Sant’Anna, competizioni che copriranno tutto il percorso previsto per 3° Rally della Valpolicella – Trofeo Città di Negrar.

La data da appuntarsi è quella del 7 e 8 maggio, ma ancora prima, per gli equipaggi che vorranno prendere parte ad uno di questi tre eventi, mai come quest’anno sarà importante segnarsi la data di apertura delle iscrizioni, fissata per il 7 aprile (con chiusura il 27 dello stesso mese), perchè l’organizzazione ha previsto un numero totale massimo di iscritti per le 3 manifestazioni fissato a 150 vetture e l’unica discriminante per l’accettazione sarà la data di arrivo dell’iscrizione completa in ogni suo punto. Questa scelta è stata dettata dalla volontà di non pesare troppo sulla popolazione e sulle autorità locali per quanto riguarda la chiusura della strade e la logistica della gara.

Dopo le verifiche tecniche e sportive e lo shakedown previsti per venerdì 7 maggio, saranno sei le prove speciali in programma: tre da ripetersi per due volte per un totale di circa 60 chilometri di tratti cronometrati, tutti previsti nella giornata di sabato 8 maggio, con il primo concorrente che prenderà il via alle 8.01 direttamente dal Parco Assistenza di San Pietro in Cariano.
L’arrivo della prima vettura è previsto per le 18.30 sempre a San Pietro in Cariano.

L’organizzazione ci tiene a sottolineare che date le attuali norme sanitarie vigenti, la gara sarà vietata al pubblico e che le “zone sensibili” della gara saranno strettamente sorvegliate e l’accesso sarà consentito solo alle persone autorizzate e registrate dai vari team in fase di iscrizione.