La Tezenis torna a vincere fuori casa e lo fa con una prestazione di spessore, centrando la vittoria per 66-81 contro Apu old Wild West Udine. Una partita che ha visto i gialloblù, dopo una partenza sprint, subire la rimonta della squadra di casa, incanalando la partita sulla via dell’equilibrio. Equilibrio però spezzato negli ultimi minuti dell’ultimo periodo dalla Tezenis che ha mostrato energia e concretezza in entrambe le metà campo.
Con Greene e Foulland protagonisti in avvio, è la Tezenis a guidare nel punteggio nei primi minuti (5-8). Udine perde Mobio per infortunio ricadendo male dopo un tentativo di stoppata su Colussa. La Tezenis tiene in difesa, costringe Foulland a due errori consecutivi e con il canestro di Candussi firma il temporaneo massimo vantaggio sul 5-12.
La Tezenis non si ferma: concede un canestro ad Udine con Giuri, ma realizza 7 punti. Sono punti preziosi che valgono il 7-19 a 3 minuti dalla chiusura del primo quarto. Verona tiene il vantaggio ma negli ultimi secondi è Antonutti a firmare il break per la formazione di casa che vale il 16-21 in chiusura di quarto.
Mentre la difesa gialloblù blocca l’attacco dei padroni di casa, Rosselli mette 4 preziosi punti (16-24). Le due palle perse consecutive della Tezenis rimettono in corsa l’APU che con la schiacciata di Foulland si rimette definitivamente in scia sul 23-26. Udine ha, per due volte, il possesso del possibile pareggio ma li spreca e da questo momento la gara si incanala sui binari dell’equilibrio. Sulla sirena dell’intervallo lungo il punteggio è di 31-34.
Jones e Deangeli sono protagonisti di un botta e risposta dalla lunga distanza nel primo minuto del secondo tempo (34-37). Il pareggio di Udine è firmato da Giuri (37-37) e il vantaggio arriva dopo l’antisportivo fischiato a Severini con i liberi realizzati da Antonutti (42-41). Le due triple consecutive della Tezenis, da Greene e Rosselli, sono ossigeno puro per i gialloblù che tornano avanti. È un finale di quarto giocato punto su punto. Italiano regala una fiammata all’Apu, ma Greene fissa il punteggio sul 51-53.
5 punti in un minuto e mezzo aprono l’ultima frazione. Candussi e Greene mettono punti d’oro (51-57) costringendo Bonicciolli al time out. Al rientro in campo Johnson trova canestri preziosi che valgono il -2 (58-60). A metà dell’ultimo parziale il punteggio è in perfetta parità (63-63), ma ancora una volta la Tezenis prova a scappare. Tomassini e Jones mettono i punti del 63-67, ottimizzando i possessi nati da errori offensivi della formazione di casa.
L’ennesimo errore di Johnson regala a Verona un nuovo possesso che Pini concretizza con due liberi. La palla rubata di Greene e il canestro successivo aprono la strada ai gialloblù che successivamente, con Severini, si porta sul +8 (66-74) a 1:44 dal termine. La Tezenis vola. Arriva la tripla di Pini, poi la schiacciata di Jones. L’ultimo minuto vola via in totale gestione. Finisce 66-81.

Apu old Wild West Udine – Tezenis Verona 66-81 (16-21, 15-13, 20-19, 15-28)
Apu old Wild West Udine: 
Michele Antonutti 20 (5/8, 2/5), Dominique Johnson 13 (3/5, 2/8), Federico Mussini 9 (3/5, 0/1), Marco Giuri 8 (1/3, 2/4), Nana Foulland 7 (3/8, 0/0), Lodovico Deangeli 6 (1/3, 1/2), Nazzareno Italiano 3 (1/2, 0/2), Joseph yantchoue Mobio 0 (0/1, 0/0), Francesco Pellegrino 0 (0/1, 0/0), Vittorio Nobile 0 (0/0, 0/0), Matteo Schina 0 (0/0, 0/0), John paul onyekachi Agbara 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 11 / 18 – Rimbalzi: 30 12 + 18 (Nana Foulland 8) – Assist: 8 (Dominique Johnson 3)
Tezenis Verona: Phil Greene iv 22 (5/6, 4/10), Bobby ray Jones 13 (5/7, 1/3), Giovanni Severini 11 (1/2, 3/5), Giovanni Tomassini 9 (2/5, 1/1), Giovanni Pini 9 (2/3, 1/1), Francesco Candussi 8 (4/6, 0/1), Guido Rosselli 7 (1/1, 1/3), Andrea Colussa 2 (0/0, 0/1), Davide Guglielmi 0 (0/0, 0/2), Giga Janelidze 0 (0/0, 0/0), Giorgio Calvi 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 8 / 10 – Rimbalzi: 28 2 + 26 (Phil Greene iv, Guido Rosselli 6) – Assist: 23 (Phil Greene iv 8)