Prima sconfitta in campionato per la Tezenis che si è fatta beffare in casa dall’Edilnol Biella (77-81), alla prima vittoria stagionale. I piemontesi hanno condotto nel punteggio dal primo all’ultimo minuto e hanno portato a casa un successo meritato. I gialloblù sono stati sempre costretti ad inseguire e, tutte le volte che si sono riportati sotto (40-43 nel secondo quarto, 55-57 nel terzo e 74-76 nel quarto), sono stati puntualmente ricacciati indietro dalla squadra di Squarcina che non ha esitato a buttare in campo i giovanissimi Bertetti (2001), Berdini (2003) e Vincini (2003). Per coach Diana c’è il rammarico di non aver completato la rimonta quando, nell’ultimo minuto e mezzo della gara, l’inerzia sembrava essere passata nelle mani degli scaligeri che però hanno sprecato gli ultimi attacchi. 20 punti e 30 di valutazione per Bobby Jones, mentre dall’altra parte 23 punti per il top scorer e mvp della serata Hawkins.

Proprio Hawkins apre il match con 7 punti di fila e Verona si ritrova subito sotto 0-9: l’attacco gialloblù litiga con il canestro e trova il primo cesto con la tripla di Severini soltanto dopo 4 minuti di gioco (3-9). La difesa veronese non è impeccabile e gli ospiti raggiungono presto la doppia cifra di vantaggio (5-17) con Hawkins già a quota 11. Caroti da tre, Jones e Janelidze limano qualcosa e al primo mini-intervallo il tabellone segna 15-22. Nel secondo quarto Biella riallunga nuovamente, approfittando anche del fallo tecnico fischiato a Caroti: la tripla di Barbante vale il +14 ospite (24-38), massimo vantaggio della serata che viene replicato con i liberi di Lugic (26-40). Il solito Jones apre e chiude un break interno di 14-3 che rimette i veronesi in partita (40-43), l’Edilnol non si scompone e va all’intervallo lungo sul +8 grazie alla tripla del baby Bertetti (40-48).

Nel terzo periodo il vantaggio biellese oscilla tra i 7 e i 9 punti: sul 48-57 Janelidze, Caroti da tre e Rosselli collezionano un parziale di 7-0 che consente alla Tezenis di arrivare al minimo svantaggio della serata (55-57). La risposta di Biella è da squadra di carattere: 0-8 e vantaggio esterno che torna in doppia cifra (55-65). Jones e Lugic (tripla) chiudono questa frazione (57-68) e un redivivo Greene IV tiene in vita Verona con due entrate consecutive (61-69) in apertura di quarto periodo. La tripla di Caroti sigla il -4 (64-69) ma poi si inceppa di nuovo l’attacco di casa e l’Edilnol ritrova il +10 grazie alla conclusione pesante di Pollone (64-74). Le triple di Caroti e Severini tengono vive le speranze della Tezenis (70-76), i liberi di Jones dànno il -4 (72-76), Laganà invece fa 0/2 e ancora Jones mette i personali del 74-76. L’ultimo minuto inizia con Miaschi in lunetta che fa 1/2 (74-77), Greene IV sbaglia da fuori, Laganà subisce fallo e trasforma i due liberi (74-79), Green indovina la tripla del -2 ma mancano soltanto 3 secondi al gong (77-79) e Laganà la chiude definitivamente ancora dalla linea (77-81).