Presa di posizione netta, chiara e condivisibile quella della FIP (Federazione Italiana Pallacanestro) e della FIR (Federazione Italiana Rugby): la stagione 2019-2020 va in archivio.

Sebbene il comunicato ufficiale sarà diramato solo domani mattina, la decisione del consiglio federale della Federazione italiana rugby ha deciso di sospendere definitivamente tutti i campionati italiani: Top 12, serie A, B, C e giovanili. Non sarà assegnato lo scudetto, niente promozioni e retrocessioni. La decisione è stata presa con un voto contrario, sembra quello del consigliere Totò Perugini, e l’astensione di Paolo Vaccari del Calvisano.

Comunicazione ufficiale è arrivata invece della FIP che per voce del presidente Gianni Petrucci ha fatto sapere che: “nel contesto del dramma emergenziale che sta vivendo il nostro Paese e, più in generale, l’intera comunità mondiale, a seguito delle analisi svolte nel corso della riunione di Consiglio dello scorso 9 marzo e dopo aver ascoltato il parere del vicepresidente vicario, del rappresentante della consulta e del coordinatore delle attività del Settore Agonistico, ho ritenuto di adottare il provvedimento che dichiara conclusa la stagione sportiva 2019/2020 per ogni attività (minibasket, giovanile, senior, femminile, maschile) organizzata dai Comitati Regionali”.

Primi importanti segnali del mondo dello sport: si attendono – si spera a breve – decisioni anche da altre discipline, calcio in primis.