La Tezenis Verona trova la seconda vittoria consecutiva. Un match che i gialloblù, nella prima parte della partita, hanno avuto in pugno per molti minuti arrivando sul +16 nel secondo quarto. La reazione di Orzinuovi, squadra che arrivava da due vittorie nelle ultime tre uscite, ha riportato tutto in parità e il break della squadra ospite in apertura di ultimo quarto ha definitivamente acceso la gara.

Ultimi 5 minuti di adrenalina pura dove Verona trova punti preziosissimi con Tomassini e Rosselli e dalla lunetta diventa infallibile per mano di Hasbrouck.

Dopo Roseto, quindi, i gialloblù si confermano ritrovando il sorriso anche davanti al pubblico di casa. Domenica, con palla a due alle 18.00, si torna in campo contro San Severo.

Coach Diana inserisce nel quintetto iniziale Tomassini con Hasbrouck, Rosselli, Jones e Cadnussi.

E’ una sfida che si accende fin dai primi minuti con i lunghi, da una parte e dall’altra, protagonisti in attacco. Verona si affida a Cadnussi e Jones (8-6) ed il primo break lo firma con Tomassini che colpisce dalla lunga distanza (11-6).

Candussi infiamma il pubblico schiacciando il 17-10 e nell’azione successiva, partita dal rimbalzo offensivo di Hasbrouck, vince il duello con Mekowulu mettendo il 19-10 per il momentaneo massimo vantaggio gialloblù. La Tezenis arriva sul +12, continua ad arginare l’attacco dei bresciani e tenendo Miles, l’uomo più pericoloso in fase offensiva, a 2 soli punti nei primi 10 minuti. Il primo quarto si chiude sul 24-15.

La Tezenis continua a colpire da sotto e tiene a distanza Orzinuovi. I primi quattro minuti del secondo quarto volano via senza scossoni, poi sale in cattedra Loschi che buca la retina in due azioni consecutive dalla lunga distanza. La Tezenis viaggia spedita (37-23), poi Hasbrouck ruba palla e colpisce in attacco per il +16 gialloblù (39-23); Orzinuovi prova a rientrare, il fallo di Candussi su Bossi regala agli ospiti un gioco da 4 punti (45-34), Parrillo colpisce per il 45-37 ed i ragazzi di Diana si sbloccano, ma solo per un attimo, con Hasbrouck che mette il 47-39. Orzinuovi prosegue con percentuali alte al tiro mentre Verona subisce l’intensità difensiva dei ragazzi di Corbani. L’Agribertocchi torna ad un possesso di svantaggio nel finale di quarto (49-46) prima dei due liberi di Jones che riportano avanti di 5 la Tezenis sulla sirena (51-46).

L’inizio del secondo tempo sorride alla Tezenis. Lo apre Candussi con un canestro dalla media, poi prosegue Hasbrouck e mentre la difesa gialloblù torna a stringere le maglie Verona torna alla doppia cifra di vantaggio. La tripla di Jones fa saltare l’Agsm Forum (62-48) ma ancora una volta Orzinuovi non molla la presa. Le due palle recuperate dagli ospiti, danno nuovo fiato ai ragazzi di Corbani che con Miles, in contropiede, tornano sul -8 (62-54). Orzinuovi si affida sempre più a Miles mentre le tre conclusioni consecutive sul ferro dalla lunga distanza, danno possessi preziosi all’Agribertocchi che accorcia fino al 69-66.

Mekowulu è il protagonista nell’avvio dell’ultimo quarto. Verona scivola sul -6 (69-75). Con il parziale aperto di 0-9, Diana chiama time out ed al rientro in campo la Tezenis si sblocca ma paga l’imprecisione dalla lunetta (71-75). Il rimbalzo offensivo di Rosselli ed il contropiede di Hasbrouck, avvicinano ancora le due squadre (73-76) e il pareggio arriva per firma di Tomassini (76-76). I decibel si alzano, Orzinuovi torna a colpire con Mekowulu (76-78) ed Hasrouck pareggia con precisione dalla lunetta (78-78). Lo sfondamento in attacco di Bossi, dà ai gialloblù il possesso che porta avanti la Tezenis: ci pensa Tomassini con un arresto e tiro perfetto da metà area (80-78). Parrillo, da 3, riporta avanti Orzinuovi ed il finale è incandescente. Bobby Jones mette altri due liberi, Rosselli inventa il canestro dell’84-81 a 32 secondi dal termine. Gli ultimi 15 secondi sono un susseguirsi di viaggi in lunetta. Hasbrouck non sbaglia, a 7 secondi dal termine la Tezenis è avanti 88-87. Nuovo fallo su Hasbrouck, che va in lunetta e non sbaglia. L’ultimo fallo è di Rosselli su Miles: mette il primo, sbaglia il secondo. Al rimbalzo c’è Verona, si chiude 90-88.

Tezenis Verona – Agribertocchi Orzinuovi 90-88 (24-15, 27-31, 18-20, 21-22)

Tezenis Verona: Bobby ray Jones 22 (3/4, 1/2), Kenny Hasbrouck 19 (4/7, 1/7), Francesco Candussi 18 (7/12, 1/5), Giovanni Tomassini 10 (2/4, 2/6), Federico Loschi 8 (0/0, 2/5), Mattia Udom 6 (3/5, 0/2), Guido Rosselli 5 (2/2, 0/0), Roberto Prandin 2 (1/1, 0/1), Leonardo Beghini 0 (0/0, 0/0), Alessandro Morgillo 0 (0/0, 0/0), Davide Guglielmi 0 (0/0, 0/0)Tiri liberi: 25 / 30 – Rimbalzi: 38 11 + 27 (Bobby ray Jones, Francesco Candussi 9) – Assist: 19 (Guido Rosselli 8)
Agribertocchi Orzinuovi: Christian Mekowulu 27 (9/13, 2/4), Stefano Bossi 21 (2/5, 2/5), Anthony Miles 18 (5/12, 1/4), Salvatore Parrillo 12 (0/1, 4/8), Matteo Negri 7 (2/7, 0/2), Giovanni Carenza 3 (1/3, 0/3), Lorenzo Galmarini 0 (0/1, 0/0), Giacomo Siberna 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Varaschin 0 (0/0, 0/0), Francesco Guerra 0 (0/0, 0/0)Tiri liberi: 23 / 27 – Rimbalzi: 39 14 + 25 (Christian Mekowulu 16) – Assist: 8 (Christian Mekowulu, Anthony Miles, Giovanni Carenza 2)