L’Ecodent Point Mep Alpo stacca il biglietto della final eight di Coppa Italia superando agevolmente il Fanola San Martino di Lupari (68-47). Le biancoblu hanno messo al sicuro il risultato con un secondo quarto da 24-6 per poi togliere il piede dall’acceleratore nel terzo periodo sul +30 (55-25).

Si parte con un’assenza per parte (Dell’Olio e Pasa) e con le Lupe più reattive e brave a portarsi avanti 4-8. Il vantaggio ospite permane sino a metà tempo, coach Soave chiama time-out sul 9-12 e l’effetto è benefico per la sua squadra: break 13-0 ispirato da Vespignani e Policari e chiuso dai liberi di Reani (22-12). C’è spazio anche per De Marchi che si ritaglia un buon minutaggio, Toffolo sigla l’ultimo canestro del quarto (22-14 alla prima pausa) interrompendo il digiuno di punti per le giallonere durato 6 minuti.

Nella seconda frazione, come detto, la forbice si allarga: l’Ecodent Point Mep inizia con un 12-0 che vale il “ventello” di vantaggio (34-14), con le Lupe a secco per altri 6 minuti. Reani, Mosetti e Policari si alternano in lunetta, Nezay segna 4 punti dei 6 totali della sua squadra in questo quarto, mentre dall’altra parte c’è spazio pure per Bertoldo che infila la tripla del 44-20. Si arriva all’intervallo lungo con un cesto della ritrovata Dzinic (46-20) che sarà la top scorer della serata e chiuderà sfiorando la doppia doppia (13+9).

Nel terzo periodo arriva il massimo vantaggio della partita con il paniere di Reani (il già ricordato 55-25), San Martino risponde con le triple di Beraldo e Giordano (58-33) e il quarto va in archivio dopo il canestro di Bertoldi (60-34). Poco da dire sulla frazione conclusiva: l’Alpo mette a segno soltanto 8 punti e consente al Fanola di portarsi sotto i 20 punti di ritardo (66-47). Coach Soave manda in campo pure Gennari e la festa biancoblu può cominciare.