Domenica 3 novembre sono stati chiusi gli impianti a Merano 2000 e ora si lavora per preparare il comprensorio per la stagione invernale alle porte.
In questa stagione estiva le condizioni meteo non sono state sempre favorevoli. L’abbondante neve di marzo è rimasta a lungo su sentieri e nell’area bambini e il maltempo ha segnato tutto il mese di maggio; ciò ha reso difficile l’inizio della stagione estiva.
Il tutto è stato però compensato da un giugno molto soleggiato, che ha permesso a un gran numero di bambini di provare il nuovo percorso di palline in legno nell’Outdoor Kids Camp.
I mesi di luglio, agosto e settembre hanno riportato diversi giorni piovosi, però i passaggi agli impianti non sono calati.
In ottobre, grazie alle temperature miti, è stato possibile godersi molti giorni di sole e una limpida vista sulle montagne circostanti.
Retrospettivamente la stagione estiva ha un bilancio positivo e le cifre dell’anno passato sono state nuovamente confermate.
Sulla riuscita della stagione estiva hanno influito anche le attrazioni di Merano 2000, come l’Alpin Bob con 67.000 corse e la via ferrata “Heini Holzer” con 7.500 passaggi. L’area bambini “Outdoor Kids Camp” è stata la calamita per eccellenza per famiglie e specialmente la nuova “Rolling Ball” ha fatto colpo su piccoli e grandi.
La presidente Sonja Pircher è molto contenta delle cifre raggiunte per questa stagione conclusa: “Il comprensorio escursionistico Merano 2000 è una destinazione popolare e ci impegniamo costantemente per lo sviluppo di sempre nuove offerte e per accrescere l’attrattività della nostra area escursionistica. Le statistiche ci confermano che siamo sulla giusta strada”.