La Tezenis Verona sbanca Udine: 81-95 il punteggio finale della gara del PalaCarnera che per 30 minuti è stata in grande equilibrio. Negli ultimi 10 minuti che hanno visto i gialloblù prendere le redini del gioco con un parziale di 17-31.
Una prova di squadra di livello con ben 7 giocatori in doppia cifra al termine della gara.
La partenza della Tezenis è bruciante. Subito un parziale di 0-7 con i canestri da sotto di Candussi ed Udom accompagnati dalla tripla di Hasbrouck. Verona approfitta delle cattive percentuali in attacco di Udine con i friulani che si sbloccano con Amato (3-7) e consolidano il proprio gioco con Antonutti e ancora Amato. Verona rallenta nella fase offensiva, lascia spazio ad Udine che recupera e sorpassa i gialloblù fino al 14-12; la squadra di Ramagli si affida al tiro dalla distanza, Verona ritrova gioco e punti con Candussi sugli scudi. La palla rubata di Udom e il canestro in solitaria in contropiede (17-20) costringe Ramagli al time out. Severini chiude la prima frazione dalla lunga distanza, sulle panchine si va con il punteggio di 23-25.
La Tezenis conferma il proprio vantaggio in apertura di secondo quarto. I ragazzi di coach Dalmonte approfittano di ogni sbavatura della formazione di casa con Udom che va a segnare il +6 (27-33). Love, 3° fallo ad inizio del quarto, lascia spazio a Prandin con il match che rallenta nei minuti centrali. Udine prova a rilanciarsi nell’ultima parte con Beverly che cerca spazio sotto le plance e trova 4 punti consecutivi (35-36). Ramagli deve fare i conti con i falli di Tj Cromer (3° a due minuti dalla fine) mentre Hasbrouck, dalla lunetta, è glaciale e fissa il punteggio sul 35-38.
Il gioco da tre punti di Candussi apre il secondo tempo (37-41) per i gialloblù e dopo la sfuriata di Fabi (42-41) ci pensa Severini a rimettere avanti la Tezenis. Amato ed ancora Severini sono protagonisti di un botta e risposta sul filo dell’equilibrio che continua a contraddistinguere il match. Love si sblocca con la tripla del 49-53 ma dopo il momentaneo +6, Udine si rimette in corsa e torna sul -1 con la tripla di Amato. Finale combattutissimo, Love incendia la retina, Candussi conferma il vantaggio gialloblù ma sull’ultimo possesso Antonutti colpisce da tre e fissa il punteggio sul 64-64.
L’inizio dell’ultima frazione è una battaglia tra Love ed Antonutti. Il play americano mette 7 punti consecutivi e dopo la palla persa di Cortese è Rosselli a trovare la via del canestro per un nuovo +4 gialloblù (69-73). Rosselli ruba palla e dalla lunetta fa 1/2, poi la sua tripla vale il 73-81. Ancora Rosselli, questa volta in penetrazione e la Tezenis vola sul +10 (73-83). Verona non si ferma più e continua sulla propria marcia: 73-88. Si chiude sull’81-95 finale.

Apu old Wild West Udine – Tezenis Verona 81-95 (23-25, 12-13, 29-26, 17-31)
Apu old Wild West Udine: Michele Antonutti 21 (4/7, 3/3), Gerald Beverly 15 (5/7, 1/2), T.j. Cromer 11 (1/3, 1/2), Andrea Amato 11 (4/9, 1/5), Agustin Fabi 10 (2/6, 2/3), Vittorio Nobile 7 (1/2, 1/2), Riccardo Cortese 5 (1/3, 1/1), Giacomo Zilli 1 (0/1, 0/0), Lorenzo Penna 0 (0/1, 0/0), Daniel Ohenhen osasenaga 0 (0/0, 0/0), Mihajlo Jerkovic 0 (0/0, 0/0), Enrico Micalich 0 (0/0, 0/0). Tiri liberi: 15 / 17 – Rimbalzi: 23 5 + 18 (Michele Antonutti, Gerald Beverly 6) – Assist: 14 (Andrea Amato 4)
Tezenis Verona: Jermaine Love 19 (4/8, 3/4), Francesco Candussi 17 (8/8, 0/1), Giovanni Severini 13 (0/0, 4/4), Mattia Udom 11 (4/6, 0/1), Guido Rosselli 11 (3/3, 1/1), Kenny Hasbrouck 10 (1/5, 2/9), Mitchell Poletti 10 (4/5, 0/3), Roberto Prandin 4 (0/1, 1/1), Alessandro Morgillo 0 (0/0, 0/0), Davide Guglielmi 0 (0/0, 0/0), Giovanni Tomassini 0 (0/0, 0/0)Tiri liberi: 14 / 20 – Rimbalzi: 26 8 + 18 (Mattia Udom 9) – Assist: 23 (Jermaine Love 6)