Altra prestazione convincente per l’Hellas Verona che ha fatto divertire i quasi 14000 spettatori accorsi ieri sera al Bentegodi per assistere alla sfida contro l’Udinese. Il risultato finale di 0-0 premia maggiormente l’Udinese che, dopo un buon avvio e qualche occasione nella prima frazione di gioco, ha subito costantemente la pressione dei padroni di casa che, nella ripresa, hanno mostrato un gioco fluido, con pressing e triangolazioni veloci. L’occasione migliore è capitata sulla testa di Stepinski che, al 76′, ha indirizzato a botta sicura verso la porta friulana trovando però sulla sua strada uno strepitoso Musso che gli ha negato la gioia del gol e che ha rimandato  l’appuntamento con la prima vittoria stagionale casalinga per i ragazzi allenati da mister Juric.
E proprio il tecnico gialloblu ha commentato così la partita: “Meritavamo la vittoria: nel secondo tempo abbiamo giocato ad una porta. Penso ci fosse anche un rigore netto nel primo tempo. Comunque la squadra ha fatto di tutto per vincere e ha creato tantissime occasioni. Nella prima frazione siamo stati un po’ più prudenti, mentre nel secondo tempo abbiamo dato più ritmo e portato più pressing. Stiamo giocando delle gare veramente buone: abbiamo raccolto meno di quanto meritassimo e ci è mancato anche un pizzico di fortuna, considerati i tanti pali colpiti. Nel secondo tempo abbiamo creato numerose palle-gol. Se crei così tanto, ma il portiere fa i miracoli o manchi di un soffio la porta, vuol dire che l’attacco c’è e sta bene. Tutte le cosiddette  ‘piccole’ che scendono in campo spavalde? Si vede che ci siamo stufati di stare sempre coperti e aspettare, perché abbiamo capito che così facendo il gol lo subiamo comunque. Noi come squadra andiamo sempre forte: pressiamo, giochiamo, muoviamo la palla e attacchiamo gli spazi. Poi magari troviamo avversari più rapidi e bravi, ma fino ad ora abbiamo retto tutti i confronti. Vogliamo giocare in questo modo. Perché un Verona che gioca un calcio tanto offensivo? Io mi diverto così. Nel primo tempo volevo essere più prudente e non mi sono divertito. Nel secondo mi sono invece divertito da matti: abbiamo stradominato, rubato palloni e attaccato con tanti giocatori, sfiorando più volte il gol. Anche il pubblico penso si sia divertito”.

Hellas Verona-Udinese: 0-0
Hellas Verona:
 Silvestri; Rrahmani, Dawidowicz, Gunter; Faraoni, Veloso, Amrabat, Lazovic (dal 37′ st Vitale); Pessina, Zaccagni (dal 15′ st Verre); Di Carmine. A disposizione: Berardi, Radunovic, Vitale, Henderson, Pazzini, Tupta, Danzi, Salcedo, Tutino, Adjapong. Allenatore: Juric
Udinese: Musso; Becao, Troost-Ekong, Samir; Stryger Larsen, Mandragora, Jajalo, Fofana, Sema (dal 33′ st Opoku); Barak; Lasagna (dal 18′ st Okaka). A disposizione: Perisan, Nicolas, Sierralta, Nuytinck, Pussetto, Nestorovski, Kubala, De Maio, Teodorczyk. Allenatore: Tudor.