Una vera e propria serata tra amici quella che si è svolta oggi, giovedì 25 luglio, al BluVolley Sporting Club; dirigenti gialloblu e tifosi insieme per brindare alla nuova stagione, con l’obiettivo comune di far rinascere la BluVolley Verona.
Il presidente Stefano Magrini, dopo aver salutato i presenti, ha dichiarato: “La scorsa stagione a mio avviso abbiamo fatto bene, facendo vedere anche una buona pallavolo. A fine campionato però, con gli altri soci, abbiamo deciso che era giunto il momento di dare una svolta. Abbiamo fatto delle scelte dolorose ma necessarie perchè vogliamo iniziare un nuovo ciclo. La prossima stagione avremo un nuovo grande allenatore, Radostin Stoytchev. Colgo l’occasione per salutare e ringraziare Nikola Grbic, un amico che ha dato tanto per la nostra società e ci ha fatto divertire. Stiamo lavorando per riportare a Verona il grande campione che abbiamo potuto ammirare per una parte della scorsa stagione (Matej Kazijski n.d.r.) in modo da poter avere una squadra ancora più competitiva. Se questo avverrà sarà grazie al sacrificio, alla passione e agli investimenti di noi soci compreso anche quello nuovo, che questa sera è qui presente, ma che non possiamo ancora presentare ufficialmente. Quest’anno all’inizio della preparazione avremo subito a disposizione il tecnico e 10 giocatori su 13, cosa che non capitava da diversi anni: questo sarà senza dubbio un bel vantaggio”.

Magrini, accompagnato dai soci/vice presidenti Luca Bazzoni, Andrea Corsini e Gianmaria Villa, ha poi ringraziato pubblicamente i tifosi, accorsi numerosi alla serata: “La Maraia è il nostro fiore all’occhiello, la nostra forza. In trasferta, grazie al loro tifo, ci sentiamo a casa. Purtroppo all’AGSM Forum a volte questo tifo un po’ si disperde ed è per questo che stiamo studiano iniziative e strategie in modo da rendere il nostro tifo sempre più compatto. Una di queste è il ‘trasferimento’ della Maraia in curva sud, ovvero nella curva opposta a quella che hanno sempre occupato. Non credo riusciremo a farcela già in questo campionato ma… mai dire mai!”.

Un ultimo saluto Magrini l’ha rivolto a Bruno Bagnoli, ritornato a Verona quest’anno con il ruolo di responsabile del settore giovanile. “Per me essere ancora qui a Verona è bellissimo” – ha spiegato il tecnico gialloblu – “perchè qui mi sono divertito e insieme ai tifosi abbiamo scritto pagine indimenticabili della pallavolo veronese. Il mio ruolo sarà quello di far crescere i giovani e portarli più in alto possibile fino, perchè no, alla prima squadra.”