Nuovi stimoli e nuove ambizioni per la BluVolley Verona, con il Presidente Stefano Magrini che in mattinata, presso la nuova sede societaria al BluVolley Sporting Club, ha presentato alcune delle novità più significative relative al futuro gialloblù. In primis l’entrata di un nuovo socio (dall’identità ancora sconosciuta) nel quadro dirigenziale: «È un’opportunità che si è concretizzata nella giornata di lunedì – spiega il patron – è una figura che ci permetterà ulteriormente di rilanciare e ristrutturare questa realtà nel prossimo triennio».
Si riparte anche dalla conferma di diverse pedine chiave. «Siamo riusciti a mantenere top player assoluti come Boyer, Thomas Jaeschke, che rientra dall’infortunio, e oggi ci ha riconfermato la sua presenza anche Solè. Verranno inseriti giovani promettenti e futuribili, mentre restiamo sempre vigili sul mercato, pronti a dare quel colpo che ci permetta di alzare ulteriormente l’asticella. Ripartiamo dunque per tre anni entusiasmanti, ringraziando sempre i tifosi, che non ci hanno mai fatto mancare il loro apporto». Altro tema toccato da Magrini è stato il Centro Sportivo. «Dall’inizio di questa settimana siamo a casa nostra anche a livello di sede e non più in Piazza Cittadella. Questo dà la possibilità di vivere la pallavolo gialloblù a trecentosessanta gradi anche ai nostri sponsor e tifosi. Il nuovo Centro è un progetto ambizioso e rappresenta per noi una rampa di lancio: ad ottobre dovremmo iniziare gli scavi per costruire la prima struttura che rappresenterà il corpo centrale, il quale racchiuderà la palestra, la zona fisioterapia e quella ristorazione. Parallelamente svilupperemo la parte piscine, sia sportive che ludiche, con una propria zona eventi».

Matteo Lerco