Il Verona raggiunge il Cittadella nella finale dei playoff di Serie B. Dopo lo 0-0 del Bentegodi, la formazione di Aglietti passa all’Adriatico di Pescara grazie a Samuel Di Carmine, glaciale nel superare dal dischetto Fiorillo al 73′ su calcio di rigore, assegnato per fallo di Scognamiglio sullo stesso attaccante dell’Hellas. A cambiare le carte dopo un primo tempo equilibrato e con poche emozioni, l’ingresso in campo di Pazzini, autore dell’assist nell’azione che ha portato all’assegnazione del rigore decisivo. Vano l’assalto finale del Pescara, con la migliore occasione sui piedi di Bellini al 94′: conclusione alta sulla traversa a pochi metri dalla porta di Silvestri. A fine partita fanno festa i 400 tifosi arrivati in Abruzzo da Verona. Applausi anche per la squadra di casa. Finale di andata in calendario il 30 maggio, ritorno il 2 giugno.
Pescara-Hellas Verona: 0-1 (0-0)
Rete: 73′ rig. Di Carmine
Pescara: Fiorillo; Balzano, Bettella, Scognamiglio, Pinto (18′ Del Grosso); Memushaj, Brugman, Crecco (74′ Bellini); Marras, Mancuso, Sottil (70′ Campagnaro). A disposizione: Kastrati, Gravillon, Monachello, Bruno, Perrotta, Antonucci, Del Sole, Kanoute, Ciofani. All. Pillon
Hellas Verona: Silvestri; Faraoni, Dawidowicz, Empereur (21′ Bianchetti), Vitale; Henderson, Gustafson, Colombatto (66′ Pazzini); Matos, Di Carmine, Laribi (56′ Lee).  A disposizione: Ferrari, Berardi, Munari, Marrone, Balkovec, Lucas, Danzi, Tupta, Almici. All. Aglietti
Ammoniti: Colombatto (V), Henderson (V), Del Grosso (P). Espulso: 91′ Scognamiglio (P)