Gara-1 dei quarti di finale dei playoff è dell’Alpo Basket: le biancoblù sbancano il campo della Delser Crich Udine 54-65 e sabato a Villafranca dovranno difendere questo prezioso +11 per approdare in semifinale. Decisivo l’ultimo quarto di gioco nel quale l’Ecodent Point ha concesso soltanto 6 punti alle avversarie (mettendone a segno 19) e concludendo il “primo tempo” di questo match di 80 minuti con un importante margine di vantaggio. La squadra di coach Nicola Soave ha mandato a tabellino 8 giocatrici ed è ritornata ad avere quel feeling con il canestro che aveva smarrito nell’ultimo periodo (52% nel tiro da due stasera).
L’Alpo Basket ha un buon impatto sul match: Pertile e Ramò accelerano subito sul 2-9, Udine appare spaesata e sprofonda 5-14 ma poi si riprende e sigla un break di 7-0 che vale il -2 (12-14). Il finale del primo quarto è tutto veronese, con Galbiati che si ricorda di essere un’attaccante e riscatta le recenti negative prestazioni al tiro (15-22 al primo mini-riposo). Nel secondo periodo la Delser risale grazie a Vincenzotti e alla zona 2-3: le ospiti perdono qualche pallone di troppo e Ljubenovic ne approfitta per mettere la tripla del -3 (23-26). Ma non è finita perché la formazione di Iurlaro riesce ad operare il sorpasso e ad allungare sino al +6 (35-29) che produce però la reazione dell’Ecodent Point che, con un parziale di 0-7, riesce ad arrivare all’intervallo lungo con il naso avanti (37-39).
Nel terzo periodo la difesa udinese si fa sentire e l’Alpo va in difficoltà: 7 soli punti messi a segno in questo quarto e padrone di casa che ne approfittano per la nuova operazione-sorpasso. Oltretutto la Delser ha la meglio al rimbalzo in questa frazione che comunque rimane sempre in equilibrio (48-46 all’ultima pausa). Nella frazione conclusiva due triple di Galbiati cambiano l’inerzia del match: anche Vespignani (chiuderà con 7 assist) segna da oltre l’arco e a metà tempo il tabellone segna 51-60. Come detto in apertura, Udine in pratica non segna più e Pertile può infilare la tripla del +11, ma fra meno di 48 ore le due contendenti si ritroveranno di fronte per il “secondo tempo” di questo interessante quarto di finale.