L’Econdent Point Alpo supera non senza fatica l’S.C.S. Bk Femm. Varese 95 (53-49) e, grazie alla confitta casalinga di Costa Masnaga con Crema, diventa capolista solitaria del Girone Nord della A2 femminile. Le biancoblù hanno pagato dazio al rimbalzo (39-46) e hanno perso 3 dei 4 quarti di gioco, ma si sono “salvate” grazie ad un terzo periodo stravinto 22-7.

l primo quarto ha visto quasi sempre avanti l’Alpo Basket: Pertile e Zampieri spingono avanti le veronesi (11-7), Dell’Olio in sospensione sigla il 15-9 che sembra dare il là all’allungo biancoblù. Non sarà così perché, negli ultimi 3 minuti del quarto, le padrone di casa non faranno più canestro e Varese ne approfitta per piazzare un break di 0-7 che vale il sorpasso (15-16 al primo intervallo). Nel secondo periodo c’è equilibrio assoluto, con continui sorpassi e contro-sorpassi: sul 24-24 l’Ecodent Point commette lo stesso errore del primo quarto e cioè non segna più negli ultimi tre minuti abbondanti, Beretta è in palla e, praticamente da sola, sigla uno 0-5 che chiude il quarto (24-29 al riposo lungo).

Il terzo quarto, come ricordato in apertura, è quello della svolta biancoblù che lo iniziano con un 11-2 che ribalta le sorti del match (35-31). A metà tempo Beretta realizza la tripla del 35-34, ma l’Alpo risponde con un nuovo 11-2 che vale il +10 all’ultima pausa (46-36). Dell’Olio è infermabile, tre triple su altrettanti tentativi in questa frazione che sembrano mettere la parola fine sulla contesa. Varese però non è dello stesso parere e inizia il quarto periodo con uno 0-6 che riapre i giochi (46-42). Zampieri e Vespignani ricacciano indietro le lombarde (50-42), botta e risposta Sorrentino-Zanella (52-44), ma negli ultimi 4 minuti la formazione di Soave non segnerà più dal campo con Varese che risale sino al -3 (52-49). Mancano 3′:07″ e di qui in avanti le due contendenti si bloccano letteralmente in attacco, si vedrà un solo tiro libero di Vespignani a 10 secondi dalla fine (53-49) con l’Alpo che realizza soltanto 7 punti in tutto l’ultimo quarto. Premazzi fallisce la tripla del -1 a due secondi dalla fine e, come detto, la testa solitaria della classifica per l’Ecodent Point è cosa fatta.